Viaggiare in Italia

Rispetto ai Paesi Esteri, bisogna ammettere che l’Italia non è ancora all’avanguardia nel settore dell’ospitalità animal-friendly, ma sono molte ormai le regioni che assumono importanti iniziative in merito e che ospitano spiagge, alberghi, ristoranti e campeggi in grado di accogliere il nostro Fido.

A tal proposito, vi segnaliamo il sito realizzato a cura del Ministero del Turismo, www.turista4zampe.it, in cui è possibile trovare tutte le strutture turistiche italiane che ammettono animali a quattro zampe: dagli hotel, ai bed and breakfast, dagli agriturismi alle pizzerie, dai parchi ai villaggi turistici. A voi la scelta!

Vi ricordiamo ora quali obblighi dovrà assolvere il proprietario di un cane secondo la legislazione vigente nel nostro Paese, consigliandovi di stipulare una assicurazione che copra la responsabilità civile verso terzi per i danni che i nostri compagni di avventura possono causare anche in vacanza.

Secondo l’art. 2052 del codice civile, infatti, «il proprietario di un animale è responsabile dei danni cagionati dall’animale stesso, sia che si trovi sotto la sua custodia sia che venga smarrito o fugga, salvo che provi il caso fortuito».

L’ordinanza del Ministro Martini del 3 marzo 2009, inoltre, dispone che «il proprietario di un cane e’ sempre responsabile del benessere, del controllo e della conduzione dell’animale e risponde, sia civilmente che penalmente, dei danni o lesioni a persone, animali e cose provocati dall’animale stesso.
Chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà ne assume la responsabilità per il relativo periodo» e a prescindere da una sua aggressività già acclarata, poiché l’animale potrebbe rivelarsi pericoloso in qualsiasi momento e in relazione ad una particolare situazione.

L’ordinanza, inoltre, obbliga il proprietario e il detentore di un cane ad adottare delle misure specifiche al fine di prevenire danni a persone, cose o altri animali. In particolare, è previsto l’obbligo di utilizzare sempre il guinzaglio nei luoghi pubblici e la museruola quando vi sia il rischio di incolumità per gli altri, oltre che il dovere di affidare il cane esclusivamente «a persone che siano in grado di gestirlo correttamente».

È bene ricordare, inoltre, che la legge nazionale vieta l’accesso degli animali nei negozi di alimentari.

Vi consigliamo, infine, di progettare la vacanza per tempo, poiché è importante conoscere i regolamenti delle varie compagnie aeree, marittime e ferroviarie con cui si intende spostarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *