Vacanza al mare con il cane: dove e come?

cane al mare

La presenza del nostro caro amico a quattro zampe durante tutto l’anno ci rallegra l’anima: perché lasciarlo da solo proprio quando abbiamo più tempo a disposizione per giocare e stare con lui? Se quest’anno avete deciso di trascorrere la vostra vacanza al mare con il cane siamo contenti, e vogliamo aiutarvi ad organizzare bene il tutto, scegliendo le destinazioni più appropriate e facendo attenzione a certe accortezze.

 

Spiagge dog-friendly in Italia

Durante le vacanze estive, l’attività preferita da tutti è quella di andare al mare: se trascorrerete la vostra vacanza al mare con il vostro amato cane allora dovete innanzitutto identificare le zone dove si trovano  spiagge dog-friendly, ovvero che ammettono animali domestici.

Per fortuna, il fenomeno delle vacanze estive con Fido è in aumento in tutta Europa, e sia in Italia come in altri Paesi del Mediterraneo si trovano tantissime spiagge dove possiamo portare il nostro amico a quattro zampe, in molti casi essendo consentito anche il loro accesso a mare con noi.

Tutte le regioni italiane contano ormai spiagge dove i cani sono i benvenuti. In molti casi non solo è possibile accedere con loro, ma si tratta di stabilimenti balneari che sono stati creati appositamente per i nostri amici a quattro zampe, con servizi quali veterinario sul posto, corsi di addestramento, pet-sitter, estetista canino e molto altro ancora.

La Liguria è tra le regioni più all’avanguardia in termini di spiagge per cani in Italia, con tantissimi stabilimenti privati e pubblici dove si può accedere con Fido. Ad esempio la Baba Beach ad Alassio (SV) vanta un’area ombreggiata dai pini e delle “Terrazze Snoopy”, con pavimentazione in legno e posti sulla sabbia. Oppure il Bau Bau Village ad Albisola Marina (SV), che consegna un kit composto da ciotola, paletta e sacchetto per le deiezioni solide.

Nelle Maldive del Salento c’è Eden Salento Dog Beach, dove i cagnolini accedono ad un’area riservata con ciotole e altri accessori. La Dog Beach di Porto Azzurro nell’Isola d’Elba invece è equipaggiata da docce per cani ed è consentito il loro accesso al mare, mentre la Dog Beach di San Vincenzo (LI) include anche un servizio di pet-sitter e un’area divertimento per cani.

All’esclusiva Dog-Friendly Beach di Badesi, in Sardegna, accedono soltanto persone con cani, fino ad un massimo di venti cagnolini per volta. Esclusivissimo anche Porto Fido a Santa Teresa di Gallura, dove si accede unicamente con il nostro animale a 25 postazioni dotate di ombrelloni.

Ci sono anche spiagge pubbliche per cani in Sardegna, con un accesso diretto a mare per ogni cagnolino a Porto Palma nell’Isola di Caprera, oppure alla località di Costa Caddu a San Teodoro.

Sono quasi trenta le spiagge dove i cani sono benvenuti in Emilia Romagna; alcuni stabilimenti sono stati pensati proprio per cagnolini, come la Fido Beach del Bagno Corallo a Cesenatico, oppure quella a San Mauro Pascoli, attrezzate con diversi servizi per il cane.

Chi si reca all’isola del Vulcano nell’Arcipelago delle Eolie può accedere gratis con il cane al Lido Sabbie Nere e Acque Calde, dove Fido può anche farsi il bagno in mare. Numerose, poi, le spiagge create proprio per cani in Sicilia, come la Bau Bau Beach a Priolo, il Lido Vengo Anch’io di Messina oppure la Bau Beach a Castellammare.

In Veneto la maggior parte delle spiagge che ammettono animali domestici sono private, tranne la Spiaggia della Brussa a Caorle, oppure la Caorle Bau Beach, gratuita per clienti di strutture convenzionate e gestita da un consorzio.

Tra i requisiti per portare il cane in spiaggia, che possono variare tra i diversi stabilimenti balneari, spiccano l’obbligo di libretto sanitario in regola con le vaccinazioni, il microchip e l’iscrizione all’anagrafe canino. Molto spesso c’è l’obbligo di guinzaglio, qualche volta bisogna avere a disposizione una museruola (anche senza indossarla) e il proprietario è sempre tenuto alla pulizia immediata delle deiezioni.

Dove soggiornare con il cane

Una volta decisa la destinazione per le nostre vacanze al mare con il cane, si rende necessario identificare la struttura più adeguata per soggiornare con il nostro amico.

Probabilmente l’opzione migliore è quella di affittare una casa vacanza al mare con animali ammessi, che nel nostro Paese sono circa 2.000. Affittare una casa al mare è una soluzione molto pratica per le vacanze con gli animali, poiché si avrà a disposizione un maggior spazio rispetto ad un albergo, tanta autonomia e nessun costo aggiuntivo. Soggiornare con il cane presso una casa o appartamento in affitto sarà praticamente come essere a casa.

Potete cercare un’abitazione con giardino privato e recintato, magari lasciando Fido comodamente a casa mentre voi siete in spiaggia o in ristorante. Tenete conto che anche gli animali hanno bisogno di riposare e avere la possibilità di lasciarli a casa è un grande vantaggio, soprattutto d’estate.

Molti proprietari di bed&breakfast, villaggi turistici, campeggi, alberghi e agriturismi sono anche disposti ad accogliere i vostri animali domestici, ognuno con le proprie regole e requisiti. Spesso, inoltre, agriturismi, campeggi e masserie in campagna vantano una zona esclusiva dove potrete lasciare giocare o riposare il vostro amico a quattro zampe mentre voi siete in giro o a mare.

Nei siti web che confrontano offerte di affitti per case vacanze spesso troverete un filtro o una sezione dove vengono identificate le strutture che ammettono animali domestici.

È bene però contattare l’inserzionista o il proprietario di casa prima di prenotare, per essere sicuri che la razza o taglia del nostro cagnolino sia ammessa, oppure che non ci siano regole che voi o il vostro cane farete difficoltà a rispettare, nonché per verificare tutti i requisiti (libretto sanitario, iscrizione anagrafe canino, etc).

Pet-sitter sul posto

Un’alternativa per coloro che trascorreranno le vacanze in hotel che non ammettono animali, oppure che soggiorneranno presso le abitazioni di amici o parenti dove non potete portare Fido o Micio, è quella di cercare un cat-sitter o dog-sitter sul posto.

Sono sempre di più, in effetti, le persone che si mettono a disposizione per prendersi cura dei vostri cagnolini presso la propria abitazione mentre voi siete in vacanze nella zona. Lasciare il vostro amico a quattro zampe con una persona esperta nel trattare gli animali, che si prenderà cura di lui durante tutte le nostre vacanze potrebbe essere un’ottima via di mezzo: il vostro cagnolino sarà nelle vicinanze, potrete andare a trovarlo magari quando volete (ad esempio per portarlo al mare qualche volta), consentendovi però di godervi il vostro soggiorno in serenità.  

Per trovare questi pet-sitter sul posto basterà farsi un giro sui siti di annunci di questo tipo, selezionando la località dove trascorrerete le vostre vacanze e specificando se si tratta di un cane o un gatto.

Consigli per la vacanza al mare con il cane

Organizzare una vacanza al mare con il cane non è difficile grazie all’aiuto fornito dal web e alla gran quantità di spiagge dog-friendly e strutture che accettano animali domestici sparse per tutto lo Stivale.

Tuttavia, affinché le nostre vacanze siano un’avventura piacevole, senza imprevisti né sgradevoli inconvenienti, è bene tenere presente certe accortezze.

Prima di partire è necessario portare Fido o Micio al veterinario per verificare che sia in buona salute, che le vaccinazioni siano in regola e il libretto sanitario aggiornato. Fate presente al vostro veterinario dove vi state recando, perché lui possa decidere se servono speciali vaccinazioni o trattamenti, ad esempio per evitare la Leishmaniosi.

Assicuratevi che il vostro amico a quattro zampe abbia una medaglietta identificativa con tutti i vostri dati, soprattutto un numero di telefono scritto in maniera chiara e sempre raggiungibile.

Offrite del cibo al cane o gatto circa otto ore prima di partire, permettendogli digerire completamente prima di salire in macchina o sul treno. Tenete sempre a portata di mano dell’acqua mentre siete in viaggio.

Se il vostro animale domestico non è abituato a viaggiare, bisognerà familiarizzarlo gradualmente al trasportino e/o all’automobile con sufficiente anticipo, e sin da piccolo. Portatelo a fare piccoli giri in auto e andate aumentando gradualmente la lunghezza del percorso, per prepararlo ad un viaggio più lungo.

Così facendo, inoltre, capirete in anticipo se il vostro cane o gatto soffre del mal d’auto o mal di mare. In questi casi, bisognerà chiedere al veterinario dei farmaci specifici da somministrare all’animale prima della partenza.

Di seguito vi proponiamo un elenco degli oggetti che dovete portare in valigia con voi se state andando in vacanza con il cane o il gatto:

  • Libretto sanitario: in regola con le vaccinazioni;
  • Oggetti familiari: i giochi più usati, la sua cuccia e/o altri oggetti che risultano familiari al vostro animale e che saranno d’utilità per ridurre lo stress del viaggio;
  • Ciotole: tanto quella per il cibo che quella per l’acqua. Sul mercato si trovano anche delle ciotole estensibili perfette per i viaggi;
  • Medicinali: non solo eventuali farmaci di cui il cagnolino possa avere bisogno ma anche un semplice kit di pronto soccorso potrebbe rivelarsi molto utile;
  • Cibo: non è mai una buona idea modificare le abitudini alimentari del nostro animale, e perciò è conveniente portare con sé i croccantini del marchio che lui è abituato a mangiare;
  • Lettiera e tiragraffi: fondamentali per un viaggio con Micio, il secondo soprattutto se volete evitare che il vostro gattino si diverta a rovinare i mobili della casa vacanza in affitto;
  • Palette e sacchetti igienici: ovunque andrete, soprattutto in spiaggia, dovrete pulire immediatamente le deiezioni solide del vostro animale domestico, quindi fatevi una buona scorsa di sacchetti igienici;
  • Guinzaglio e museruola: anche se il vostro cagnolino non indossa mai la museruola, ad esempio perché è di taglia piccola o ha un carattere molto tranquillo, in alcune spiagge dog-friendly vi chiederanno di avere una museruola a portata di mano in caso di qualche eventualità. Ricordatevi di acquistarne una dalla taglia giusta prima di partire.
  • Borraccia per l’acqua: fondamentale se partite in vacanze estive con il cane.
  • Spazzola e shampoo: durante le vacanze non vorrete mica che il vostro amico a quattro zampe sia sporco! Le passeggiate, i bagni a mare e altre attività all’aperto possono rendere necessario qualche bagnetto, soprattutto se soggiornate in alberghi o hotel.
  • Ombrellone: se andate in vacanze al mare con il cane non vi dimenticate l’ombrellone. L’accesso all’ombra è fondamentale per i nostri amici a quattro zampe, ancora di più che per noi!

Consigli per viaggiare con il cane o il gatto

In viaggio, è fondamentale non lasciare mai il cane all’interno dell’auto, neanche con le finestre leggermente aperte: con la macchina spenta e il caldo estivo – pur se avete parcheggiato all’ombra – la temperatura interna dell’automobile aumenta molto velocemente e il cane non è in grado di regolare quell’incremento della temperatura in maniera efficiente. Accadono, purtroppo, ancora troppi incidenti di questo tipo: se fate una sosta dovete necessariamente far scendere anche il vostro cagnolino!

Non va bene nemmeno permettere che il cane sporga la testa dal finestrino mentre si è in movimento, perché potrebbe prendere colpi d’aria, otite o mal d’orecchi.

Se viaggiate in treno cercate di scegliere gli scompartimenti più vuoti e coprite il trasportino con un panno al fine di ridurre lo stress e l’agitazione conseguente agli eccessivi stimoli.  

Se dovete prendere un traghetto e lasciare Fido recluso nel canile di bordo andate a trovarlo spesso, per rassicurarlo con la vostra presenza e tenerlo in compagnia.

Se, invece, per raggiungere la vostra destinazione avete intenzioni di prendere un aereo, tenete conto che la maggior parte delle compagnie low cost non ammettono animali domestici a bordo. Sono diverse le compagnie che lo fanno – tra cui Alitalia – ma le regole per portare cani e gatti in aereo cambiano molto tra gli operatori, perciò vi consigliamo di informarvi bene prima di andare in aeroporto per evitare spiacevoli sorprese e problemi all’imbarco.

Con la maggior parte delle compagnie, gli animali di meno di 6 kg sono ammessi in cabina all’interno di un trasportino dalle misure specifiche; questo potrebbe essere il caso di molti cuccioli e della maggior parte dei gatti di razza europea. Negli altri casi, gli animali vengono trasportati in stiva e il trasportino richiesto può essere differente rispetto quello usato in cabina.

Infine, ricordatevi che anche se siamo in vacanza, bisogna mantenere le stesse abitudini a cui il nostro cagnolino è abituato. Ecco perché dovremmo continuare a fare la passeggiata igienica alla solita ora, pur se siamo andati a letto più tardi. È bene, inoltre, mantenere gli stessi orari anche per i pasti, e non cambiare di brutto qualsiasi altra attività a cui lui è abituato.

Organizzando con calma e consapevolezza la vostra vacanza al mare con il cane o il gatto, passerete dei momenti indimenticabili!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *