Colpo di calore al cane, come proteggere il nostro amico a quattro zampe

Colpo di calore al cane, come proteggere il nostro amico a quattro zampe

Con l’arrivo dell’estate e il costante aumento delle temperature, è piuttosto facile essere vittime del colpo di calore, che in numerose occasioni possono portare a conseguenze disastrose per la nostra salute e persino alla morte, soprattutto nel caso degli anziani o delle persone che soffrono di qualche tipo di malattia cardiaca.

Tuttavia, gli esseri umani hanno una serie di difese naturali come la sudorazione che consente al nostro corpo di sudare e regolare il calore in eccesso affrontando sbalzi di temperatura. A differenza delle persone, i nostri animali domestici, in particolare i cani, non hanno un meccanismo corporeo così sofisticato o efficace contro il calore, quindi, essendo più sensibili, diventano potenziali candidati per l’ipertermia.

Il motivo? I cani non sudano, quindi non possono rimuovere il calore dalla loro pelle allo stesso modo in cui lo facciamo noi. Infatti, il nostro fedele amico può rinfrescarsi attraverso i cuscinetti delle zampe, tramite la lingua, attraverso la respirazione ansimante e attraverso la pancia quando giacciono su superfici fredde per, appunto, rilasciare calore.

Quindi, come puoi proteggere il tuo cane dai temibili colpi di calore?, sapresti come identificare i sintomi e reagire correttamente in caso di essere di fronte a un grave quadro di ipertermia? Se hai dubbi, non preoccuparti, risponderemo a tutte queste domande.

Quali sono i sintomi dell’ipertermia?

L’afa e il caldo possono mettere a dura prova il nostro amico a quattro zampe. Ma come facciamo a sapere quando il nostro cane sta attraversando un grave colpo di calore, come identificare i primi sintomi per agire rapidamente? Ecco come aiutarti a riconoscere i segni più comuni:

  • Sussulti e respirazione rapida.
  • Salivazione eccessiva.
  • Debolezza e apatia.
  • Perdita di appetito.
  • Mancanza di equilibrio e coordinamento.
  • Vomito e diarrea.
  • Convulsioni e persino perdita di coscienza.

Consigli di base per prevenire l’ipertermia e il primo soccorso

La prima cosa che i veterinari raccomandano quando ci troviamo di fronte a una situazione di ipertermia quella è portare il nostro animale domestico in un luogo fresco e ombreggiato, sdraiarsi a terra per raffreddarlo con acqua o posizionare salviette umidificate sulla testa e sul collo per abbassare la temperatura corporea. Se il cane non migliora, dobbiamo urgentemente andare alla clinica veterinaria più vicina.

Ma, oltre a rispettare questi passaggi fondamentali, è necessario svolgere anche altre azioni complementari che possono essere vitali quando si tratta di salvare il nostro amico peloso da una morte soffocante a causa del calore:

  • Fornire acqua fresca e pulita in ogni momento.
  • Portarlo in un luogo ben ventilato e ombreggiato in casa. Apri le finestre con le persiane abbassate in modo che l’aria scorra senza che il sole entri. Puoi anche posizionare degli asciugamani bagnati o dei tappetini refrigeranti per dare sollievo.
  • Non portarlo a passeggiare nelle ore in cui il sole è più aggressivo. Si consiglia di farlo al mattino presto, al tramonto o di notte, quando l’asfalto non è ancora surriscaldato dal sole. In questo modo evitiamo di bruciare i cuscinetti delle zampe, fondamentali per regolare la temperatura. Prima di uscire, è consigliabile che il cane beva molta acqua in modo che sia ben idratato. Ma se non fosse possibile uscire negli orari consigliati, allora dovremmo portarlo in zone con mare, fiumi, laghi, boschi ombrosi o in parchi e giardini con irrigatori e fontane, dove il nostro cane può fare un tuffo giocando e divertendosi senza bruciare.
  • Non lasciare mai il tuo cane all’interno di un’auto o chiuso in spazi ristretti. La temperatura all’interno del veicolo può aumentare di 20º rispetto a quella esterna, quindi lasciare il cane in auto con i finestrini chiusi produce un effetto forno estremamente pericoloso, che può causare gravi danni alla salute e persino la morte in pochi minuti.
  • Non correre o fargli fare attività fisiche.
  • Non farlo mangiare durante le ore calde della giornata. Per evitare possibili problemi, è consigliabile inumidire il cibo e diminuire le quantità.

E se ha un colpo di calore, cosa devo fare?

Se sta già soffrendo di colpo di calore, dovremmo:

  • Raffreddare il cane fino a quando la sua temperatura scende a 39ºC. La cosa migliore in questi casi è rinfrescare gambe, pancia e ascelle o inumidire gli asciugamani e posizionarli sopra il cane. È anche importante inumidire la bocca senza costringerli a bere.
  • Accendi il condizionatore o il ventilatore. In questo modo ti assicuri che rimanga sempre fresco.
  • Massaggia la parte inferiore degli arti per favorire la circolazione.
  • Evita le museruole. Impediscono al tuo cane di ansimare e, quindi, di utilizzare il suo principale meccanismo di difesa contro il calore estremo.

Nel caso in cui nulla di tutto ciò funzioni o anche se si stabilizza e migliora, portalo immediatamente dal veterinario per assicurarti di non aver subito gravi danni. Ora che sai cosa fare quando il tuo cane soffre di ipertermia, ricorda che la prevenzione è sempre l’opzione migliore per aiutare il tuo animale domestico a contrastare il caldo.

I commenti sono chiusi.