Libretto sanitario cane

Libretto sanitario cane

Quali sono i tuoi programmi per le vacanze estive? Se hai intenzione di viaggiare con il tuo animale domestico, probabilmente avrai bisogno del libretto sanitario, un documento utilissimo, che racchiude tutte le informazioni basilari per la salute del tuo amico a quattro zampe. Chi lo rilascia e perché è così importante?

Perché richiedere il libretto sanitario del cane?

Il libretto sanitario del cane può essere considerato la carta d’identità del nostro Fido. Non solo riassume i dati anagrafici basilari dell’animale (nome, età, peso, residenza, numero di microchip…), ma offre una panoramica completa del suo stato di salute. Dunque qui saranno annotati eventuali esami fatti con risultati, dati relativi a malattie o a terapie fatte, eventuali note su allergie a farmaci e vaccinazioni.

Pur non essendo obbligatorio per legge, al contrario del microchip, è un documento essenziale, soprattutto per chi viaggia molto con il proprio cane. Ad esempio, se il cane dovesse sentirsi male in vacanza, il veterinario dell’ambulatorio che lo seguirà, avrà senza dubbio bisogno di conoscere la sua storia clinica. Il certificato sanitario è obbligatorio quando si viaggia soprattutto in aereo, ma potrebbe essere richiesto anche in nave oppure sul treno.

Da chi si può richiedere il libretto sanitario del cane?

Nella maggior parte dei casi, il libretto sanitario del cane viene compilato e fornito dal veterinario in occasione delle prime vaccinazioni. Se invece il cane è stato regolarmente acquistato presso un allevamento, spetterà allo stesso allevatore fornire il documento, in quanto è lui stesso ad occuparsi dello sverminamento e delle prime vaccinazioni. Da quel momento in poi sarà compito vostro provvedere alla sua salute e il libretto sarà compilato dal veterinario volta dopo volta con firma e timbri.

In caso di smarrimento, bisognerà procedere ad una nuova compilazione, cercando di riportare con cura i dati che si è in grado di ricordare. Ogni libretto sanitario è infatti unico e nessun veterinario ne ha una copia. Al massimo nelle grosse cliniche o ospedali veterinari è possibile che abbiano le cartelle cliniche registrate sul computer, quindi magari è possibile avere una copia di quelle. Un’accortezza potrebbe essere quella di conservare delle fotografie del libretto sanitario e farne un backup digitale.

È possibile anche scaricare delle app per avere sempre con voi a portata il libretto sanitario online del vostro cane.

Come si compila il libretto sanitario del cane?

Nel libretto sanitario del cane bisogna innanzitutto inserire i dati anagrafici del cane, ovvero nome, sesso, data di nascita, razza e segni particolari. Dovrà poi essere riportato il codice a 15 cifre identificativo del microchip, obbligatorio per legge. Se abbiamo con noi un cane di razza, va inserito anche il numero emesso dall’ENCI (Ente Nazionale della Cinofilia Italiana).

Da non trascurare i dati anagrafici relativi al proprietario del cane, per poter risalire al rintracciamento. Le seguenti tabelle vuote saranno riempite dal veterinario, che avrà cura di apporvi tutti i bollini relativi alle vaccinazioni, dati sulle sverminazioni, esami diagnostici, esiti, allergie e report delle operazioni a cui il cane è stato sottoposto.

Come già accennato, il libretto sanitario non è obbligatorio per legge, ma è fortemente consigliato se il cane è un soggetto a rischio e viaggia molto con il proprio padrone.

I commenti sono chiusi.